giovedì 20 ottobre 2011

GRANDI DELUSIONI - Gerard Piqué

appetizer

classe 1987
193 centimetri di salute
sorretti da un appropriato 45
GERARD PIQUÉ
sia ritoccato
che nature
credo sia da ricomprendere
senza tema di smentita
nella cerchia dei considerevolmente fighi!

come tutti i calciatori di bell'aspetto
anche lui cavalca la sorte comune
fatta di orde di veline e cantanti colombiane pronte all'incastro
campagne pubblicitarie
compensi extra
(e cameratismo fra colleghi)

da qualche tempo
inevitabilmente
anche la macchina della statistica si è messa in modo
affinché la comunity
possa avere del meritevole giocatore
un'idea che poggi su solide basi!

gli scatti estivi,
quelli a cui con più frequenza si guarda per colmare tali lacune,
restituiscono un buon riscontro
che fa i conti però con la qualità mai troppo alta delle foto rubate.

colpisce una apparente delicatezza di forma e di incarnato
come se si stessero ammirando i piedi di qualcuno che
per campare
più che prendere a calci una palla
gioca a briscola.

la gamba
e persino la caviglia
sembrano esili
ma la dotazione pare buona
nonostante una concessione evidentente...
...all'alluce a testa di vipera.

ritratto nel suo ambiente
pur con un risultato imperdonabilmente sfocato
GERARD propone un arco marcatissimo
e
ahimé
poco altro

per fortuna
di tanto in tanto
la carta patinata
obbligata ad articoli in serie per promuovere eventi calcistici a frequenza quotidiana
ritira fuori la pensata
un po' pecoreccia ma tanto tanto utile
di accompagnare le solite interviste
con foto che ritraggano
nudi e crudi
gli strumenti del mestiere dei calciatori del momento.

ricordo primi piani podalici di Cannavaro, Shevchenko, NAKATA (!)
nonché il già riportato close-up
di IBRA lo storto

con precipitosa letizia
scopro che anche una rivista spagnola
ha ceduto alla trovata filo-feetish,
arricchendo due colonnine infarcite di domande banali e risposte imbarazzanti
con una gigantografia dettagliata
(e impietosa)
di cotanti piedi:
sarà un effetto ottico dovuto all'innaturale orientamento
ho pensato io
cercando di tenere in vita
quel poco di letizia ancora in circolo.
una volta girata la foto però
nulla è migliorato.
passi per l'arco quasi scomparso
per il tallone appiattito
per la forma allungata che ricorda Frodo Baggins,
tutto si poteva ancora salvare
e invece tutto cade
per colpa della testa di vipera ormai conclamata
a cui si aggiunge un'unghia rapace
per di più curiosamente, atrocemente smozzicata.

il cuore sanguina quanto l'icona della rubrica che qui si tratta
eppure non posso esimermi dal condannare
GERARD PIQUÉ
e i suoi piedi
fra le


a parziale attenuante va detto
che i suoi colleghi di lavoro e di servizio fotografico
non se la passano meglio:
non posso credere
che la nazionale spagnola
sia messa così male!

5 commenti:

ROX ha detto...

ORRENDI.... ormai io ho messo una pietra sopra i calciatori e i ballerini, purtroppo per il loro lavoro hanno i piedi distrutti :-(

vitox ha detto...

Quanta severità! Se sfilo i calzettoni ad un calciatore so a cosa vado incontro, c'è poco da farsi illusioni. Io promuovo i piedi del Piqueton, certo non a pieni voti, ma credo basterebbe dare una sistemata alle unghie degli alluci. Tutto il resto me lo faccio piacere.

ROX ha detto...

degustibus... secondo me il problema non sono solo le unghie ;-)

Harryfeet ha detto...

Che peccato!! Però mi offro volontario per prendermi cura di quelle unghie: chissà, lavorandoci un po'...

PiediCagliari ha detto...

Effettivamente fanno un poco senso visti nella gigantografia, ma cazzo cosa non gli farei a quel bono!
Per quanto ami i piedi, penso che anche il volto sia importante, e cazzo, gli farei veramente di tutto!!!