lunedì 27 luglio 2015

eyes on feet - GIORGIO MINISINI


alla fine la barriera è stata infranta
quella del pregiudizio, innanzi tutto,
che etichettava il nuoto sincronizzato come sport esclusivamente femminile.

oggi
grazie a pionieri come
GIORGIO MINISINI
lo strapotere uterino ha fatto un passo indietro
lasciando spazio a giovani virgulti dotati di prostata.

GIORGIO
rincorre il suo sogno fin da bambino.
il nuoto sincronizzato ce l'ha sempre avuto in casa
grazie alla mamma sincronette!
lui cresce col desiderio di emularla
e cresce bene
con tutti i requisiti in ordine per conquistare il traguardo della vasca

giorni e giorni di duri allenamenti
resi più impegnativi dall'alone di scherno che probabilmente si è sempre sentito addosso.
d'altra parte
il pregiudizio si ferma spesso alle apparenze
è superficiale per quanto difficile da estirpare.
così
tutto lo sforzo
la disciplina
il sudore per preparare il fisico a prestazioni di alto livello
spariscono dietro alle punte tese e alle faccine sorridenti.
solo quelle guarda chi vuole screditare
solo quelle è capace di guardare
ma resistere allo zoccolo duro dell'ignoranza è, pure quello, un allenamento che tempra
e
a prima vista
mi pare che abbia contribuito al considerevole risultato finale.

sgomberato il campo dall'ottusa rozzezza omofobica
rimane tuttavia legittimo un gusto estetico che premia
a seconda delle preferenze personali
un carattere maschio e virile a scapito della grazia e dell'armonia.
a malincuore convengo
che il nuoto sincronizzato declinato al maschile sia ancora ben distante dall'approdare al sacro valore della virilità.
capisco che ogni traccia di pelo debba sparire
e che
per natura stessa della disciplina sportiva
ci si debba sincronizzare
ma tutta questa pelle levigata
tutte queste sforbiciate subacquee
tutti questi piedi tirati allo spasmo
minano irreparabilmente la mascolinità.

se ne abbia conto nell'esibizione di qualche giorno fa
nell'insuperabile telecronaca spagnuola

grazie alla coreografia robotica
e alla assoluta assenza del gene dell'effeminatezza nel prode MINISINI
il risultato è meno peggio di quanto ci si potesse aspettare.
in termini di classifica invece
è addirittura strabiliante
visto che
al suo primo ingresso in vasca
il sincronetto si è già portato a casa la medaglia di bronzo!

ma la strada è lunga
e di difficile individuazione il traguardo.
forse con una squadra composta solo da sincronetti
si potrebbero creare le giuste premesse per spargere un po' di testosterone,
probabilmente cominciando dallo spazzare via proprio la parola SINCRONETTI!

mercoledì 22 luglio 2015

FROM feetmeetHOT

una selezione di scatti


proposte sanguigne, di pronta beva ancorché edulcorate
per non vanificare l'esistenza stessa dello spin-off senza filtri,
subdolo titillo
to take a walk on the wild side

per tutto il resto
basta cliccare qua:

giovedì 16 luglio 2015

eyes on feet - POVERI FIGLI (e basta!!!)


chiudo il filone della progenie dal culo parato
con colui che ha approfittato della mia assenza per sbocciare agli occhi del mondo
compiendo passi da gigante
scalciando
spintonando
fino a conquistarsi di diritto il premio rivelazione dell'anno.

si domanda SCOTT
chiuso nella sua cameretta:
che faccio?
mi butto?
non ho appigli
se fallisco finirò in mezzo ad una strada!
avrò veramente il fuoco dell'arte che mi scorre nelle vene?
la mia faccia bucherà lo schermo?
ora lo chiedo a papà CLINT!

il vecchio padre sale stancamente le scale ed entra nella cameretta dell'adorato erede.
non ti preoccupare figliolo
vedrai, andrà tutto bene!
gli mette un sigaro in mano e fa per andarsene:
tienilo sempre in bocca, dice fermandosi sulla porta,
nessuno noterà la differenza!
ma no, non è la sceneggiatura di un film sull'incesto
è andata proprio così!

per ora
la carriera è da costruire.
a ventinove anni
ha fatto qualche film diretto dal babbo,
qualche film da dimenticare,
e ha rifiutato il ruolo del protagonista in CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO
il che gli fa onore.
tutto il resto è social!
ogni momento della giornata va condiviso con i follower!
l'intento è quello di vendere la propria quotidianità in modo che le bambinette se ne innamorino
e vadano a vedere qualsiasi cosa interpreterà in futuro l'audace SCOTT
pur di entrare a far parte della sua vita
fosse anche soltanto sotto forma di percentuale di incasso!

uno scatto mentre si fa jogging

uno mentre si fanno le flessioni


uno scatto mentre si è appesi ad una sbarra in mezzo alla strada

e uno mentre ci si riposa dopo l'allenamento


l'occhio più attento non avrà potuto fare a meno di notare
che c'è una costante che lega tutte le fotografie!
sono prese tutte nello stesso giorno?
sì, anche
ma il dettaglio più importante è che non c'è traccia di calzatura!

sarà la bizzarria di un giorno fra tanti
penserà il feetlover più scettico!
e invece no
SCOTT EASTWOOD
già in poco tempo
sembra voler usurpare il posto di un suo illustre predecessore.
il prima validissimo
poi rinsecchito
e poi tornato valido
MATTHEW MCCONAUGHEY
alfiere degli attori feet-friendly d'oltre oceano e forse del mondo intero!

l'impresa è ardua
ma il ragazzo è intrepido
ed ogni occasione è buona per farsi riprendere a piedi nudi

mentre posa per un servizio fotografico

mentre gigioneggia di fronte casa

mentre viene premiato alle hawaii con il titolo di RISING STAR!


mentre riflette sul senso della vita

mentre è comodamente adagiato su una panchina di legno!

il talento è lampante
ma per chi ancora stenta a vederlo
ho pronta qui la foto dell'evidenza
la prima cosa che si nota è l'armonia delle forme e delle proporzioni
che, al di là dei singoli dettagli, rende gradevole ciò che si vede.
il piede, curato, non difetta di mascolinità.
l'alluce è forte dalla punta alla base
e regge con vigore dita nodose e amabilmente irregolari.
è sempre piacevole cogliere la coerenza fra piedi e mani
mai scontata
e qui invece esemplare.
una menzione d'onore va infine a quelle quattro rampe di lancio
o di atterraggio, all'occorrenza,
così marcate pure quando il piede è in pieno ristoro.
tendini che partono dalla base delle dita e fermamente, quasi d'imperio, conducono l'appassionato-senza-scampo verso il dorso
dove si dissolvono in un delicato accenno di vene spruzzato di vello.
che je voi di'?

la scalata al vertice è certo lunga
ma io sono pronto a puntare sulla stella nascente
e in qualità di rappresentante di me stesso
conferisco a SCOTT EASTWOOD, con i più alti,
 il RISING FEET-STAR AWARD
da ritirare immediatamente e personalmente
presso la casetta
(prima dell'autocombustione)

mercoledì 8 luglio 2015

eyes on feet - POVERI FIGLI (e tre!!)


l'amara vicenda di MARCO e di DARIO già aveva gravato il mio cuore di un pesante macigno
la storia di PATRICK aveva aggiunto peso al peso
insegnandomi quanta fortuna ci sia nella miseria
quanta pace si nasconda dietro la nullatenenza!

ora la conferma arriva grazie allo sventurato più sventurato di tutti!

FRANCESCO
un ragazzo solare
simpatico
geniale, a suo modo,
ha, da quando è nato, un solo cruccio.
e vi si è dedicato ardentemente
con ogni sua energia
senza riposarsi un attimo
disconoscendo i sabati e le domeniche
mosso dall'unico intento
di dilapidare interamente il patrimonio del padre
tale ROBY FACCHINETTI.

ci ha provato con la carriera di cantante
inseguendo il sogno già realizzato da LORENZO miracolato JOVANOTTI
e al grido di BELLA DI PADELLA
rasato a mezza boccia
saltellava nel video dell'unica sua hit che si ricordi

video ricco peraltro di alcuni spunti interessanti

essendo stato il primo esperimento un mezzo successo
FRANCESCO ce l'ha messa tutta per aggiustare il tiro
e a forza di testi improbabili e stonature sanremesi
è definitivamente riuscito a chiudere in rosso quel primo capitolo della sua vita.

poi bussò al suo uscio
per ragioni che ancora rimangono oscure
SANTA SIMONA VENTURA da CHIVASSO
e lo portò con sé sul palco di X-FACTOR.
all'inizio impacciato
guidato dal basso dalla giurata mecenatessa
a poco a poco prese confidenza col mezzo
fino a diventare addirittura gradevole.
FRANCESCO sapeva che non si poteva certo permettere di diventare un bravo presentatore
così, negli anni, accettò progetti improbabili
che gli garantirono share da prefisso telefonico
finalmente affossando anche quella carriera.

eppure il patrimonio paterno era sempre lì
lo è tuttora
forse sempre più grande
come fare per buttarlo nel cesso?
perché non tuffarsi nell'affare del momento?
investire nella creazione di un qualcosa di cui oggi nessuno riesce a fare a meno?
perché non provare a diventare lo STEVE JOBS italiano?
e così FRANCESCO
si attornia di smanettoni giovanissimi che foraggia a chilate di euro
e mette su un progetto per la realizzazione di uno smartphone top di gamma a prezzi popolari
con software italiano
curato
performante
e lo chiama STONEX ONE

per ora si tratta solo di annunci
di teasing
rilasciati a cadenza settimanale per ingolosire gli appassionati
eppure il prodotto non sembra essere male.

va a finire che stavolta, l'ex dj, la imbrocca
soprattutto se continuerà ad ingolosire contemporaneamente
appassionati di settori diversi!

il video dura 36 minuti
troppo per chiunque
ma il piede nudo sul prato ha una particolare validità
soprattutto se si ha la pazienza di seguire gli sporadici cambi di posizione e l'accortezza di selezionare la definizione più alta.
io
appassionato bipolare di piedi e diavolerie tecnologiche
avrei volentieri statisticato anche l'intervistatore
che seguo da tempo e che adoro per il disastro orale che gli impedisce di parlare in modo comprensibile.
chissà che non possa veder realizzato il mio desiderio
al prossimo teaser sur l'herbe!

lunedì 6 luglio 2015

eyes on feet - SOXIT!!



la grecia ha appena sfanculato l'euro e già un altro suffragio universale si impone alle masse!
una questione di gran lunga più importante
che riguarda l'intiera popolazione mondiale!



scenari apocalittici si parano davanti al povero feetlover
spaesato di fronte un eccesso di cotone, di lana, di vigogna
dove prima era solo pelle umana.

rimangono i casi ancora tollerabili
 
che provocano solo rimpianto per ciò che è nascosto alla vista
eppure ben di peggio si prepara ad invadere le piazze!

agghiaccianti accostamenti di spugna e sughero
tormenteranno i sonni di chi ha ancora un senso estetico

orridi stivaletti con insensati pertugi
si uniranno a gambaletti 800 denari mollemente adagiati sulla caviglia in omaggio ai cento anni della sora lella bonanima

zampognari raminghi senza rimorso
invaderanno le strade infuocate da FLEGETONTE
sfidando e probabilmente scampando l'agognata autocombustione

io dico NO di fronte a tale scempio
io voto OXI allo sdoganamento del calzino
perché ciò che l'estate ci regala
non ci sia rubato da stilisti senza scrupoli.

so che DOLCE&GABBANA
insigni baluardi del calzino bandito
scenderanno in piazza
insieme a me
per il falò propiziatorio.

stringiamoci a loro
e lasciamoci inebriare dagli effluvi del filo di scozia bruciato!
le nostre anime ne saranno purificate
e il mondo di domani
sarà un mondo migliore!