mercoledì 28 agosto 2013

TWITTER FILES - a monarch will be crowned

appetizer

A MONARCH WILL BE CROWNED
dice il ragazzo
e, sotto la cupola, chi conosce la profezia prova a capire su quale testa poggerà la corona.

fuori dalla cupola invece
alla mercé di nubifragi che segnano la fine dell'estate
sebbene molte di più siano le teste a disposizione
la corona ha già trovato il suo posto
e splende splendente
sul capo di chi ha dimostrato la più tenace
costante
ispirata attenzione
al dettaglio podalico
cinguettandone allegramente durante tutta la stagione.

per ironia della sorte
l'aurea capoccia non è estranea a simili vessilli
anzi
per lungo tempo lui e la di lui famiglia
hanno rivendicato il diritto di ben più altisonanti investiture.
pare tuttavia che certe smanie nostalgiche siano destinate alla frustrazione.
si consoli però il nostro principe
perché oggi parte del suo sogno diventa realtà.
spolveri l'ermellino
lucidi lo scettro
e si consideri re
dei


le nobili origini
se pure non gli servono ormai per accomodare le sue auguste terga sul trono italico
gli garantiscono tuttavia un tenore di vita leggermente al di sopra della media nazionale.

durante le sue interminabili vacanze
l'aristocratico rampollo
racconta di acque distanti da ostia lido

racconta di letti diversi dal TROMSO dell'IKEA

racconta di voli appena più comodi dei posti-in-piedi RYANAIR

nel suo incerto dizionario non c'è posto per parole volgari come
CAMPEGGIO

RIMINI

VICINO-DI-CASA

segnano la sua quotidianità
elementi ordinari come
piscine con cascatelle in pietra
e bicchieri di cristallo con cocktail aperitivo
(a meno che quello non sia un vaso di ninfee!)

in ogni momento però
c'è una ricerca di esaltazione della forma,
il sottile piacere di ostentare una parte del corpo di cui si bea,
il preciso obiettivo di mettere in luce i punti di forza
come l'arco pronunciato
le dita forti
e la base dell'alluce così turgida e tonda, che allarga la pianta senza appesantirla
con grande beneficio sul talento globale.

di fronte a tanta regalità
sarà uno sprazzo di modestia
o un subdolo artifizio per avvicinarsi al popolo
lo scatto che immortala un blasonato buco nel calzino?

l'identità del principe fatto re sarà ormai chiara all'occhio più avvertito.
se tuttavia si nutre ancora qualche dubbio
basterà cercare sul fondo dell'ultima foto
quella che testimonia che per portare la corona
serve preparazione
impegno
e sofferenza

NOBLESSE OBLIGE!

1 commento:

Gio Nocio ha detto...

anche per chi come me frequenta il blog per l'ironia e la bella scrittura dei post, ma non nutre la medesima passione per certe estremità, quelli del nobile erede sono effettivamente piedi bellissimi, su cui io stesso poserei, almeno, uno sguardo estatico.