mercoledì 15 gennaio 2014

LA PERIZIA - Lorenzo

appetizer
"Salve,
mi chiamo Lorenzo e sono un assiduo frequentatore del suo blog. Mi piacerebbe sapere però cosa ne pensa anche delle mie "estremità".
La qualità delle foto non è il top (sono proprio negato a fare foto).
Io ho 25 anni, sono alto 1.69 e porto (ahimè) un 42 di piede."

è già il secondo periziando che sceglie un approccio talmente formale da farmi sentire a disagio!
ma che austera immagine di me uscirà fuori da quello che scrivo?
in fondo sono così moderato
benevolo
indulgente
per niente integralista
affatto meticoloso
sempre pronto a spendere una parola buona
di conforto
non riesco proprio a capire cosa possa intimorire del mio animo gentile!

tant'è che
a riprova della mia affabilità
dopo aver invitato il tenero LORENZO a darmi del tu
mi sono subito trovato d'accordo con lui sulla scarsa qualità dei francobolli che presentava come foto!
è bastato spronarlo a credere di più nelle sue capacità
e soprattutto nelle potenzialità della macchina fotografica
per ottenere
a strettissimo giro di posta
materiale sufficiente per aprire il nuovo anno con


pur con un paio di digressioni
due sono gli scenari che LORENZO ha scelto per mettere in risalto le sue doti.

uno
allegorico
che simboleggia il desiderio di padroneggiare la cultura
di dominarla affinché sia al servizio dei propri scopi

l'altro
più intimo
ritirato
riflessivo
che rappresenta il bisogno di prendere un attimo per sé
di purificarsi
chiudendo fuori il resto del mondo

in entrambi i casi
quello che più salta all'occhio
è un appagante
generoso
abbondante trionfo del vello
che dalla gamba si getta senza indugio fino alla caviglia
e indomito continua la sua corsa
invadendo buona parte del dorso
impossessandosene come inesplorato territorio di conquista
fino a che
stremato e finalmente sazio
placa la sua irruenza sulle placide rive delle dita!

tanta ricchezza di virile manto
rinfranca lo spirito
troppo provato da ibridi di genere
che si affannano all'uso della lametta per confondere
o addirittura cancellare
segni distintivi di appartenenza.

qui
l'appartenenza è chiara
è ribadita con orgoglio
e toglie di mezzo i finti ammiratori
che dicono di amare il piede maschile purché sia il più delicato possibile.

la prima digressione porta in persia
e sfida la ripresa dall'alto,
prova ardita
che riesce solo ai più dotati
o ai più abili
pur al netto della prospettiva
le forme qui si concentrano in due ellissi
in cui nulla manca e nulla spicca
se non quei due lembi sul lato esterno dei piedi
che richiamano alla mente piante morbide e piene
pronte a mostrarsi se appena sollecitate.
la caviglia è quasi completamente integrata,
le dita sono regolari ma non esattamente affusolate,
le unghie curate e di gradevole fattura.

si deve tornare agli scenari conosciuti per scovare un po' di carattere!
nell'angolo della meditazione per apprezzare
senza il conforto delle infradito
un arco timido che prova comunque a reclamare la sua esistenza

nel tempio della sapienza
per cogliere un'inaspettata, turgida protuberanza sotto l'alluce
sapientemente provocata
ma pur sempre degna di stima

un'ultima digressione prima dello scatto che più di tutti racchiude vizi e virtù del giovane LORENZO.
è una chicca
per inavvertita composizione e per quello che racconta se la si osserva attentamente.
la macchia colorata in primo piano
trionfo di idrocarburi dai colori sparati
quasi introduce due piante vive e vegete
morbide all'occhio
leggermente mosse e lucenti

se poi si abbandonano gli elementi che rubano la scena
e si guarda tutto il resto
come per incanto comincia ad apparire la corsa scomposta
sotto la tirannia dei dieci secondi
per aggirare gli ostacoli e assumere la posa che prima si è provata,
il disfarsi nervoso delle infradito indossate per evitare che la più piccola impurità rovinasse la resa
il tentativo di assumere una posa rilassata dimenticando di rilassare il polso
lo sciagurato polso che spesso bisogna ricordare di tenere ben saldo
e che invece stavolta si doveva mollare!
un insperato capolavoro che offusca il mio giudizio
riempiendo di tenerezza quell'antro nel petto in cui
una volta
tanto tempo fa
batteva un cuore
ma l'ora è tarda e bisogna concludere
s'avanzi lo scatto della verità:
abbandonato l'incrocio magico
molto appare per com'è!
da una posa non più statica esce l'energia di un piede indubbiamente maschile.
la misura è contenuta
lo stesso LORENZO se ne lamentava,
eppure bisogna pensare alle proporzioni.
anch'io sono un sostenitore dell'oversize
ma un feet-lover che sfiora il metro e settanta senza raggiungerlo
deve vedere il suo quarantadue come un dono del cielo
nella consapevolezza di aver scampato il serio rischio di stare sotto il quaranta
e che un quarantacinque gli avrebbe fatto vincere la parte di FRODO BEGGINS!
le dita non si distinguono per personalità!
l'alluce è schivo,
le dita, per la prima volta, evidenziano un finale a rampino che non esalta
e il mignolo si fa gamberetto.
in una struttura più massiccia che esile
non si trovano linee sinuose
com'è normale che sia.
l'arco
la caviglia
il tallone
non comunicano leggerezza
ma solidità
ingentilita qui da una pelle morbida e curata.
i tendini che spesso affiorano
si spartiscono il dorso in parti uguali con l'esuberante pelo
vero fiore all'occhiello delle doti di LORENZO!

considerato tutto il considerabile
trasformo il periziando in periziato con una valutazione di
8--

- PICCOLA NOTA A MARGINE -
ricordo
che nella prima perizia
mi spinsi a decurtare di ben mezzo punto il voto finale
biasimando nella lettera di richiesta l'uso impavido della parola "ESTREMITÀ".
oggi l'infausto evento si ripete.
qualche anno di pratica però
è servito a sviluppare un'etica che più non consente simili licenze.
rimanga quindi DAVIDE al riparo da ogni penalità per peccato verbale
e sia restituito quanto ingiustamente tolto al primo periziato
che in quanto tale
non si scorda mai!

11 commenti:

Lorenzo ha detto...

Che perizia!! :D Grazie!!

cla70 ha detto...

Sono d'accordo con il bel voto (anche se forse toglierei i trattini penalizzanti).
Leggendo la SUA perizia (peraltro veramente spassosissima) sembra, però, che la stessa porti ad un voto finale nettamente inferiore, a causa della Sua severità...
Cmq complimenti a Lei per l'eloqio eccellente ed a Lorenzo per le estremità (oh, mi scusi maestro!) di ottima fattura!

Man vs Foot ha detto...

Domando scusa per l'intromissione ma volevo segnalare alla direzone questo video delle "estremità" del celeberrimo Zachary Levi: http://www.metacafe.com/watch/2050473/zachary_levi_foot_model/

feetmeet ha detto...

caro MANvsFOOT, il direttore (che poi alla fine credo di essere io!) invita ad utilizzare, per le segnalazioni, l'inconcina con la busta nella colonna destra del blog.
detto questo...il video è meraviglioso, ultrafetish, dovrò cercare di scaricare la puntata in hd, se esiste, visto che è del 2006.
sogno che ogni attore di interesse faccia un video nel genere nella sua carriera!
grazie! ;)

dico
la vogliamo finire con questo profluvio di ESTREMITÀ?
fate i bravi, su

Francesco ha detto...

Scusate ma non capisco come si possa dare 8 a questi piedi.

Sono delle caciotte piccole, pelose e tozze. Si salvano solo le dita (tranne l'alluce, abbastanza brutto)

Per me è un 6 stentato

feetmeet ha detto...

caro FRANCESCO, che è successo?
ti è arrivata la TRISE da pagare?
basta dare la propria opinione senza essere sgradevoli o offensivi.
un po' di educazione, cribbio!!

Gio Nocio ha detto...

... la foto su scendiletto arabescato rende i piedi più tozzi di quel che sono, ma forse la perizia è stata più generosa di quelle trascorse, considerando che chi passeggia in questo blog di piedi ormai ne ha visti parecchi, e anche chi non distingue un Tintoretto da un Tiziano, a furia di veder capolavori, un certo suo gusto artistico se lo è fatto, e deduce che il voto, largo assai, viene da quella generosità d'animo acquisita sfogliando i calendari e sopraggiunta alla severità di giudizio tipica alle giovanili irruenze, ebbre di certezze assolute pasciute dalla scarsità di esperienze.

Resta il fatto che Lorenzo ha avuto un grande coraggio a farsi esaminare le "estremità", conoscendo la nomea del Minosse che qui Giudica, pur senza sapere che, stavolta, sarebbe stato clemente, e merita l'onore delle armi.

E resta il fatto che quei polpacci hanno uno splendido e colorito pelo, da sollecitare l'uso dei bermuda non appena i rigori della stagione consentissero l'esposizione degli "arti inferiori".

Piedi 6, Pelo 10.

feetmeet ha detto...

vedi FRANCESCO? prendi esempio da GIO NOCIO che mi paragona a quei vecchi, un tempo leoni, che si riducono poi a piagnucolare ogni volta che salutano i nipotini e lo fa con tale sublime maestria da suscitare non astio ma addirittura ammirazione nel cuore del diretto interessato!
ed ha peraltro pienamente ragione!
sento il sacro fuoco della stroncatura spegnersi irrimediabilmente lasciando il posto a praterie di benevolenza.
ho assoluto bisogno di una vittima sacrificale. se qualcuno volesse farsi avanti...

faccio, da ultimo, notare all'insostituibile GIO che la media del suo punteggio supera il mio giudizio finale. è evidente che si condivida la stessa passione. confesso che anche in me molto ha potuto il vello. lo stesso piede, glabro come quello di un bambino non avrebbe avuto lo stesso ascendente sul mio rincoglionimento senile.

Gio Nocio ha detto...

grazie FM per l'amabile condiscendenza alla mia innocente ironia e "prosit" alle praterie di benevolenza!

Vitox ha detto...

La foto sul tessuto arabescato è impietosa e grande è il coraggio nell'avercela sottoposta.
Comunque il voto di FM mi ha stupito assai e sebbene io sia più stagionato del "direttore" proprio non riesco a concedere ai piedi di Lorenzo più di 6,5.

nero_woof ha detto...

che meraviglia affrontare queste discussioni :) i piedi sono le nostre radici ed esprimono parecchio del nostro carattere. piede/caviglia/pelo combinazione erotica +++ stimola l'immaginazione ad una visione più ampia, sollevando lo sguardo da quella postazione verso il resto del corpo. complimenti a tutti e pure a Lorenzo :)