martedì 21 maggio 2013

PERIZIA - Claudio

appetizer

quando a tordi
e quando a grilli
si direbbe
se ci si volesse lamentare dell'abbondanza che a volte è concessa
e della scarsità che altre volte mortifica.

ricordo periziandi così prolifici da intasare la FEET-LINE
con decine e decine di foto,
tutte da analizzare con responsabile puntiglio
pure se mostravano dettagli che il mio animo non era pronto a sopportare!
come non provare un leggero disappunto
quando la parsimonia riguarda proprio il periziando di cui invece si vorrebbe sopportare ogni dettaglio?

CLAUDIO
35 anni
forte del suo 44
manda tre foto tre
e quelle, ahimè, mi farò bastare!



a vederli da sotto
i suoi piedi sembrano più giovani dell'età che denuncia.
gratifica l'occhio la pelle così chiara sotto l'arco,
quasi pare di sentire la diversa consistenza mentre ci si sposta sul tallone o sotto le dita,
tutto è curato e turgido,
nessuna imperfezione,
la pianta tuttavia rimane poco mossa.
le aree che dovrebbero sporgere, disegnando il triangolo della perfezione,
altrove documentate,
non spiccano qui con decisione.
si nota invece un insolito andamento a banana,
ma l'intuito di perito che alberga nel mio cuore mi suggerisce che il fruttifero rimando sia da attribuire, per lo più, alla posizione immortalata dallo scatto.
quello che invece non può passare per illusione ottica
è l'elemento che più di tutti ruba la scena.
l'alluce
di forma ovale
e di misura decisamente (e piacevolmente) sproporzionata
restituisce un senso di appagante pienezza.
e se tale generosità materica pare affermarsi a spese del collo del dito, che quasi scompare,
subito la seconda foto in dotazione interviene a dimostrare il contrario!
gli alluci
presi dall'alto
rientrano nei ranghi
mostrandosi dominanti ma gentili
e lasciando che, all'incontro col secondo dito, si formi quella luce che ci si aspetta di trovare,
un'ansa profonda ed armonica,
pronta ad accogliere, con comodità, infradito di ogni foggia!
la stessa luce
in misura adeguata
si ritrova fra ogni altro dito e il suo vicino
in coerenza con il carattere agile e dinamico che già dalla pianta del piede si annunciava.
le unghie,
così spesso artefici di cocenti insuccessi,
passano qui indenni alla lente di ingrandimento!
quasi invisibili eppure piacevoli quelle del mignolo,
inspiegabilmente romboidali quelle del terzo dito,
ma il rimedio è a portata di tronchesina!
il dorso,
di cui il movimento qui si scorge soltanto,
esplode
insieme alle vene
nella terza e ultima foto:
ritrovo l'autorità dell'alluce,
scopro un arco ben formato,
confermo l'idea di un piede magro e agile.
il reticolo di vene arricchisce un dorso già dotato di marcata personalità.
è quasi un trattamento di lusso
aggiunto ad una già ottima accoglienza,
in cui il cioccolatino fra i cuscini
è rappresentato qui dal vezzo della vena che troneggia fiera sulla caviglia sinistra!

il periziando CLAUDIO
nella sua lettera di richiesta
si scusava del pallore dei suoi piedi
dovuto ad un'estate ormai distante.
vorrà dire che il
9
che oggi meritatissimamente conquista
sarà tenuto al caldo in attesa che si trasformi in dieci
grazie ad una futura
documentata
abbronzatura!!

4 commenti:

vitox ha detto...

D'accordo dalla prima all'ultima parola della perizia.
Rasentano davvero la perfezione ed io, contrariamente a Feetmeet, spero mantengano il candore (e il sicuro afrore) dell'inverno.
Ma un velo d'abbronzatura non può alterare cotanta grazia, per cui faccio appello (cui spero tanti vorranno unirsi) al periziato affinchè si sottoponga ad un sequel a breve giro. Magari facendoci dono di un numero maggiore di scatti.

Voto: 9 (giustificato dal medesimo auspicio di Feetmeet)

ROX ha detto...

bellissimi piedi... un bel 9
anche a me piace questo candore...

pingo ha detto...

... semplicemente ... STUPENDI!

paguro ha detto...

piuttosto che le foto ...Claudio (bei piedi)mandaci l'indirizzo o il tel. o l'email o un qualsiasi recapito !!! :)